mercoledì 30 aprile 2014

Per i ciechi di guerra...


Quando Pietro (nipote di Eugenio, cieco di guerra al quale anch'io ho fatto da accompagnatore...) mi ha chiesto di dipingere o disegnare qualcosa per illustrare l'inno dell'Associazione Italiana Ciechi di Guerra, mi è parsa una cosa strana perchè la guerra sembra cosa lontana di una volta dei nostri genitori e nonni... mi è però bastato spostare il pernsiero a tanti conflitti nel mondo e a tanti bambini per sentire tutta l'attualità delle parole "cieco di guerra". Ho poi chiesto a mio figlio di posare per un paio di foto per avere un riferimento... vedendolo, immaginando mi sono venuti i brividi. 
Questi tre dipinti sono il risultato...

... un'esplosione una luce che spegne gli occhi ...

 L'origine del buio, 2014
Olio su tavola, 23x28

 ... il cieco indica con il bastone un sole disegnato sulla sabbia...
 Luce del mattino, 2014
Olio su tavola, 23x28

... sollevando l'ancora si naviga il mare della vita ...
 Lucia, 2014
Olio su tavola, 23x28